Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
MSN Museo di Storia Naturale

Libri antichi

La biblioteca della sezione di Mineralogia raccoglie volumi antichi e moderni riguardanti tematiche attinenti agli studi mineralogici e alle varie problematiche museologiche; questi volumi sono inseriti nel sistema bibliotecario universitario e possono essere consultati in sede.
Fa parte della biblioteca un gruppo di circa 300 volumi, molti dei quali antichi e rari e in gran parte provenienti dal corposo patrimonio librario del Museo di Fisica e Storia Naturale già dalle sue origini. Alcuni di questi testi erano arrivati in Museo dalle biblioteche granducali, come dimostrano i doppi timbri della biblioteca Medicea Palatina e del Museo, mentre altri sono stati il frutto di acquistati finalizzati al supporto delle varie attività del Museo o doni di scienziati italiani ed esteri dell’epoca. Nel 1859, in seguito alla creazione dell’Istituto di Studi Superiori, progenitore dell’attuale università, e alla specializzazione dei vari percorsi di studio, le collezioni e al loro seguito anche il patrimonio librario subirono uno smembramento. Le opere di questo fondo antico rappresentano ancora oggi un sussidio indispensabile all’attività di studio, di ricerca e di didattica del Museo. Fra i testi che illustrano l’evoluzione delle scienze mineralogiche si trovano infatti opere che hanno avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo della cristallografia, come il “De solido intra solidum…” (1669) di Niccolò Stenone e le due edizioni del “Traité de minéralogie” di Renè Just Haüy (1801-1822/23). Accanto a questi però si conservano anche opere legate in maniera più diretta alle collezioni, come il libro di Ambrogio Soldani del 1794 “Sopra una pioggetta di sassi caduta nella sera del 16 giugno 1794 … nel senese” che trova posto nell’esposizione insieme al rispettivo campione di meteorite o il volume Museum Geversianum sive Index Rerum Naturalium …” di A. Gevers (1787) che in verità è un vero e proprio catalogo di una grande collezione naturalistica minuziosamente descritta e che in parte è stata poi acquistata dal Museo. Sono anche consultabili riviste a carattere mineralogico e museologico e una raccolta miscellanea, donata al Museo dal Prof. C. Cipriani, mineralista e per oltre trent’anni responsabile dell’istituzione. Questa miscellanea è costituita da oltre 5000 estratti ed opuscoli riguardanti principalmente pubblicazioni di carattere mineralogico e museologico; la raccolta è completamente indicizzata ed è possibili effettuare ricerche computerizzate.

 
ultimo aggiornamento: 28-Lug-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina