Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
MSN Museo di Storia Naturale

Olotipi

L’olotipo è il campione dal quale sono stati ottenuti tutti i dati necessari per la descrizione di un nuovo minerale; l’IMA (International Mineralogical Association) richiede di depositare il campione “tipo” presso una struttura riconosciuta che ne curi la conservazione. Presso il Museo di Storia Naturale di Firenze ne sono depositati oltre 40.

La collezione di olotipi ha valore quasi esclusivamente scientifico e non si presta all’esposizione in vetrina per le dimensioni degli esemplari – spesso ridottissime – e per lo scarso valore estetico. Addirittura l’olotipo della malladrite, minerale vesuviano scoperto nel 1926, è una polvere conservata in un tubicino di vetro, mentre, tra i più recenti scoperti, solamente l’olmiite, descritta nel 2007, che si presenta con un esemplare di dimensioni discrete con i cristalli ben evidenti.

Dei tipi depositati nel nostro Museo, la massima parte proviene dall’Italia e circa una metà dalla Toscana. Quasi tutti gli studiosi che hanno depositato i campioni tipo sono della scuola mineralogica fiorentina e una decina di nuove specie conservate in questa collezione sono dedicate a studiosi fiorentini.

Grandissima importanza scientifica riveste il tipo dell’icosahedrite, descritta nel 2011: si tratta del primo quasi cristallo naturale, identificato in un esemplare delle collezioni fiorentine e contenuto in un frammento di circa 3 mm.

Questa è una collezione in continuo incremento, visto che con le moderne tecniche di indagine i ricercatori continuano ad individuare nuove specie, basti pensare che solo dall’anno duemila ne sono stati individuati e depositati in Museo più di 15.

 

 
ultimo aggiornamento: 28-Lug-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina