Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo
  • balena
  • ippopotamo
  • scheletro
  • visita
Undersea | A Panorama of Endless Change

Whale HUB | Undersea

La prima fase di Whale HUB (settembre 2018) si pone come catalizzatore di giovani energie creative con il progetto espositivo effimero Undersea | A Panorama of Endless Change che, nel diffondere conoscenza sui grandi cetacei e sull’eco-sostenibilità dei mari, aprirà il museo a un pubblico più ampio.

Traendo ispirazione dalle parole di Rachel Carson (1907-64), scienziata statunitense e scrittrice di alcuni tra i più immaginifici testi sui meravigliosi misteri degli ecosistemi marini, questa fase vede la collaborazione dell’Istituto Tethys che da trent’anni si occupa di ricerca, salvaguardia e sensibilizzazione sul tema dell’ecosostenibilità dei mari con spedizioni di ricerca nel Santuario Pelagos, la riserva dei grandi cetacei nel Mar Mediterraneo settentrionale.

Grazie alla collaborazione con l’Istituto Tethys, tre spedizioni accoglieranno tre artisti per un’esperienza di residenza in dialogo con i biologi marini durante la quale produrranno progetti di ricerca artistica nei campi delle Sound Art, Performance Art e Visual Arts.

I progetti di ricerca sviluppati dagli artisti, anche grazie ai materiali di archivio dell’Istituto Tethys, saranno presentati in sede museale il 13 dicembre 2018, in una giornata celebrativa aperta al pubblico durante la quale verranno diffusi tutti i risultati delle tre fasi.

 

SOUND ART

Emiliano Zelada
È un artista e compositore italiano cresciuto tra Rio de Janeiro, New York e Roma. Il suo lavoro combina il mezzo scultoreo ad accadimenti sonori. L’unione di diverse discipline e tematiche quali natura, scienza, letteratura ha portato Zelada alla realizzazione di installazioni, mostre e concerti in luoghi come: TATE Modern, London, UK; MACBA, Barcellona; 13° Istanbul Biennial - Official Parallel Event, Istanbul; Auditorium Parco della Musica, CIAC – Centro Internazionale Arte Contemporanea, R.A.M. SoundArtMuseum, e l’Accademia di Santa Cecilia, tutte a Roma; Sonar by Day 2007 - Barcelona, o CONA – Institute for Contemporary Arts Processing e la 27° Biennial of Graphic Arts entrambe a Ljubljana; Uqbar e NK di Berlino e alla Casa da Musica do Porto.

 

PERFORMANCE ART

Roberto Fassone
Realizza lavori che esplorano e indagano i processi e le strategie regolative della produzione di opere d’arte contemporanee. Negli ultimi anni ha performato ed esposto in Italia e all’estero: Nahmad Projects, Londra; Carroll/Fletcher, Londra; ZHdK, Zurigo; Fanta Spazio, Milano; Mart, Rovereto; Centrale Fies, Trento; Mambo, Bologna; Museo La Ene, Buenos Aires; Zkm, Karlsruhe.

 

VISUAL ARTS

Nation25  (Caterina Pecchioli & Elena Abbiatici)
Nation25 è un collettivo artistico e piattaforma partecipativa fondato nel 2015 da Elena Abbiatici, Sara Alberani e Caterina Pecchioli che affronta temi di rilevanza sociopolitica e ambientale focalizzandosi in particolare sulle questioni migratorie. Dal 2015 organizza il Nationless Pavilion alla Biennale di Venezia. Il nome si riferisce alla 25° nazione più grande al mondo per demografia, una nazione immaginaria costituita da 60 milioni di persone sfollate, sia internamente che esternamente ai loro paesi di origine. Con i suoi progetti Nation25 interviene su quei fenomeni socio-politici capaci di farci ripensare e re-immaginare la società attuale e futura. Nation25 ha collaborato con la Biennale d’Arte e di Architettura di Venezia, Istanbul Biennale, Avenir Institute, Sale Docks, Stalker, Yante (Vienna/Palestina), Kinkaleri, Free Home University (Lecce), Biennale Urbana, Archivio Memorie Migranti, lettera27, Open Society Foundation, OFF Biennale Cairo, Civico Zero, Museo Pecci (Prato), L’Orientale di Napoli e Villa Romana (Firenze).

 

 


 

Undersea focus group contest
 
ultimo aggiornamento: 26-Set-2018
Unifi Home Page

Inizio pagina