Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo

Erbario Centrale

L’Erbario Centrale Italiano (Herbarium Centrale Italicum, FI), fortemente voluto da Filippo Parlatore all’interno dell’allora Imperiale e Regio Museo di Fisica e Storia Naturale, è oggi la più importante collezione botanica italiana e tra le prime 10 nel mondo.

Con questo nome venne realizzato il primo erbario scientifico nazionale votato allo studio della sistematica e della fitogeografia del nostro paese. Il fondatore, oltre a donare le raccolte personali, fece un appello ai botanici dell’epoca perché inviassero i loro campioni; dopo appena 4 anni la consistenza iniziale della collezione era già triplicata, con circa 110.000 campioni e 59.000 specie rappresentate.

In occasione del 1° Congresso Internazionale di Botanica a Firenze (1874), ne Les Collections Botaniques du Musèe Royal de Physique et d’Histoire Naturelle Parlatore descrisse minuziosamente le raccolte, indicandone la provenienza geografica, la storia e i raccoglitori. Alla sua morte (1877), l’Erbario aveva più che raddoppiato la consistenza, arrivando a 250.000 campioni.

L’accrescimento e la valorizzazione sono continuati sia con l’acquisizione di collezioni private che attraverso scambi di materiali con le istituzioni botaniche di tutto il mondo. L’Erbario è consultato ogni anno da centinaia di botanici, sia italiani che stranieri. La ricchezza di materiali pregiati (tipi nomenclaturali, segnalazioni floristiche italiane, revisioni per molti gruppi tassonomici o Flore) e le sempre più numerose richieste di consultazione hanno reso necessario procedere in anni recenti alla catalogazione informatica dei nomi presenti nonché alla digitalizzazione dei campioni tipo per la loro pubblicazione online.

L’Erbario Centrale è articolato in Sezione fanerogamica, ovvero quelle delle piante a seme, e Sezione crittogamica, che comprende l’insieme eterogeneo di organismi privi di fiori e semi, diviso nelle sottocollezioni briologica, lichenologica, algologica, micologica e pteridologica.

Curatore: Chiara Nepi

Database collezioni botaniche

 
ultimo aggiornamento: 18-Lug-2018
Unifi Home Page

Inizio pagina