Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo

Invertebrati

Gli Invertebrati costituiscono la gran parte della biomassa del pianeta, così come sono la componente assolutamente predominante in termini di biodiversità. Le collezioni del Museo sono particolarmente ricche soprattutto per quel che riguarda gli artropodi (insetti, crostacei, ecc.) e i molluschi (sia marini che terrestri). I soli insetti sono costituiti da circa 1,5 milioni di esemplari, per lo più conservati a secco; altrettanti circa sono i molluschi, conservati sia a secco (conchiglie) che in alcool. Ricchissima è la presenza di tipi di specie nuove descritte a partire dall’800 fino ai giorni nostri.

Le collezioni sono costantemente utilizzate da studiosi italiani e stranieri per le loro ricerche di tipo sistematico e tassonomico, faunistico, biogeografico. Nel Museo sono anche conservate collezioni storiche di grande valore scientifico, quali ad esempio le collezioni Rondani, Verity, Senna per gli insetti e quella della Marchesa Paulucci per i molluschi. Materiale di grande interesse è stato anche raccolto durante un gran numero di spedizioni scientifiche organizzate dal Museo in Italia e in vari paesi del mondo, quali ad esempio Somalia, Kenya e Tanzania in Africa Orientale, Vietnam e Malesia in Asia, Ecuador in Sud America.


Curatori

Luca Bartolozzi | Insetti, Aracnidi, Miriapodi

Gianna Innocenti | Crostacei, Echinodermi

Simone Cianfanelli | Anellidi, Platelminti, Nematelminti, Chetognati, Sipunculidi, Molluschi terrestri e dulcacquicoli, Tunicati

Cecilia Volpi | Poriferi, Cnidari, Molluschi marini

 

 
ultimo aggiornamento: 05-Apr-2018
Unifi Home Page

Inizio pagina