Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo
Home > Eventi
Stampa la notizia

Eventi

 

Il Presepe di Villa La Quiete

Durante il periodo natalizio riapre Villa La Quiete. Aperture straordinarie con visite guidate gratuite permettono di visitare lo storico presepe allestito nel coro basso della chiesa ed importante testimonianza artistica dell’attività scultorea di artigiani toscani della prima metà XVIII secolo. E conoscere la Villa, il suo patrimonio artistico e le figure storiche che ne hanno arricchito il valore nel corso del tempo nel percorso Da Botticelli a Foggini. Percorsi di arte fiorentina a Villa La Quiete. Da segnalare, tra le opere, alcune delle pale d’altare cinquecentesche: l’Incoronazione della Vergine di Sandro Botticelli e bottega e la Madonna con Bambino e Santi di Ridolfo del Ghirlandaio e Michele Tosini.

 

Calendario

Sabato 15, 22, 29 dicembre e 5 gennaio, ore 14.30
Domenica 16, 23, 30 dicembre e 6 gennaio, ore 11.00

Le vistite (1 ora e mezza) sono gratuite ma la prenotazione è obbligatoria fino a esaurimento dei posti disponibili. Le prenotazioni si possono effettuare fino alle ore 12 del venerdì precedente il fine settimana prescelto.


Informazioni e prenotazioni

 

Frammenti di Natura dalla Persia

frammenti–di_natura

Meteoriti, piante e animali dal Deserto di Lut, Iran

La mostra racconta la missione compiuta nel marzo 2017 nel Deserto di Lut, in Iran, dai ricercatori del Sistema Museale di Ateneo e del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, per la raccolta di nuove meteoriti, ma anche di piante e animali insoliti e poco conosciuti.

L’esposizione, curata da Vanni Moggi Cecchi e Lorenzo Cecchi, presenta alcuni tra gli oltre 300 esemplari raccolti ed illustra i risultati scientifici della missione, accompagnando il visitatore in un viaggio tra ambienti naturali di grande fascino, sulle tracce delle antiche carovane che percorrevano la “via della Seta” verso l’estremo oriente.

Ѐ, inoltre, l’occasione per far conoscere una delle tante attività svolte nel nostro Museo attraverso una serie di grandi immagini che ritraggono panorami del deserto e momenti della vita nel campo.

Alla spedizione, organizzata nell’ambito di un accordo di cooperazione scientifica con l’Iran, hanno partecipato anche l‘Osservatorio Astrofisico di Torino, le Università di Bologna e Camerino e Shahid Bahonar University of Kerman (Iran).

 

Inaugurazione

Venerdì 14 dicembre 2018, ore 16.30 

‘La Specola’, via Romana 17 Firenze | Corridoio Mostre Temporanee, 2° piano

Ingresso gratuito dalle 16.30 alle 18.30 con possibilità di accesso all’allestimento Mineraliter e alla Collezione Zoologica.

 

Intervengono

Marco Benvenuti | Presidente del Sistema museale di Ateneo

Angela Di Ciommo | Direttore Tecnico del Sistema Museale di Ateneo

Carlo Alberto Garzonio | Professore Ordinario, Dipartimento di Scienze della Terra

Saranno presenti i curatori: Vanni Moggi Cecchi e Lorenzo Cecchi

 

Frammenti di Natura dalla Persia: meteoriti, piante e animali dal Deserto di Lut, Iran

14 dicembre 2018 – 31 gennaio 2019

‘La Specola’, via Romana 17 Firenze | Corridoio Mostre Temporanee, 2° piano

Ingresso a pagamento: € 6 intero, € 3 ridotto. Il biglietto include la visita all’allestimento Mineraliter e alla Collezione Zoologica.

 

Orario

15 | 31 dicembre 2018: da martedì a domenica 9.30-16.30

1 | 31 gennaio 2019: da martedì a domenica 9.00-17.00

giorno di chiusura: lunedì

 

 

 

 

Reperti del museo di Antropologia in mostra

SMA partecipa alla mostra “Aztechi, Maya, Inca e le culture dell’antica America”

 

“Aztechi, Maya, Inca e le culture dell’antica America” si raccontano attraverso 300 reperti della collezione del Museo Internazionale delle Ceramiche e altre opere provenienti dai più importanti musei italiani di antropologia e da collezioni private nella nuova mostra del MIC (Museo Internazionale delle Ceramiche)

L’esposizione, in programma fino al 28 aprile 2019, curata da Antonio Aimi e Antonio Guarnotta, offre una visione complessiva dell’America precolombiana e porge ai visitatori sia una sintesi dei tratti culturali comuni alle diverse culture sia la trattazione della specificità e peculiarità di alcune di esse. Il percorso espositivo si articola in diverse sezioni dedicate all’ambiente naturale, alle popolazioni e le loro strutture sociali, alla musica, la scrittura e i sistemi di calcolo, alla religione e lo sciamanesimo. Ѐ in quest’ultima che si inserisce il contributo del SMA, che ha concesso in prestito i due “atlatl”, propulsori cerimoniali in legno e oro zecchino attribuiti alla cultura Mixteca.

 

Aztechi, Maya, Inca e le culture dell’antica America

MIC (Museo Internazionale delle Ceramiche), Via Campidori, 2, 48018 Faenza,

A cura di Antonio Aimi e Antonio Guarnotta

11 novembre 2018 – 28 aprile 2019

 

 

Festa della Toscana, apre il Torrino astronomico a ‘La Specola’

Torrino Astronomico

Un calendario di eventi per celebrare la Festa della Toscana 2018, quest’anno dedicata al tema “Dai Medici ai Lorena: il Granducato di Toscana, faro di civiltà per l’Europa”. Il Sistema Museale, il Museo Galileo e il Comune di Firenze organizzano visite, spettacoli e incontri dedicati al ruolo della cultura scientifica nell'educazione del popolo. 

‘La Specola’, simbolo della lungimiranza e della modernità di Pietro Leopoldo, aderisce al calendario di iniziative con l’apertura del Torrino astronomico nella giornata di venerdì 30 novembre, con visite guidate alle ore 14.30, 15, 15.30.
Non è necessaria la prenotazione, i gruppi si formano al momento fino ad esaurimento posti. La visita guidata è compresa nel costo del biglietto per la collezione di Zoologia e “Mineraliter” (intero € 6,00, ridotto € 3,00).

Grazie all'iniziativa promozionale tra 'La Specola' e il Museo Galileo, i visitatori in possesso del biglietto intero di uno dei due musei possono accedere all’altro acquistando il biglietto ridotto. 

Per informazioni è possibile contattare i servizi didattici.

Scopri il calendario di iniziative.

 

Reperti botanici in mostra

SMA partecipa alla mostra Il cacao tra gusto dell'esotico e 'bevanda dell'animo'
 
Dal 12 novembre 2018 il Sistema Museale di Ateneo partecipa con alcuni reperti provenienti da Botanica alla mostra organizzata dall'Accademia dei Georgofili presso la sua sede nelle Logge Uffizi Corti.

La mostra, dal titolo Il cacao tra gusto dell'esotico e 'bevanda dell'animo', rimarrà aperta fino al 18 dicembre 2018 e illustrerà questo affascinante prodotto sia con pannelli illustrativi che con oggetti che racconteranno la sua origine, la diffusione e l'utilizzo nel mondo.

I reperti prestati sono tre barattoli provenienti dalla collezione carpologica e contenenti rispettivamente un frutto di Theobroma cacao raccolto da O. Beccari in Borneo nel 1866, fiori provenienti da una pianta di Theobroma cacao coltivata nell'Orto Botanico di Firenze nel 1909 e semi di cacao provenienti da Martinica nel 1868. Inoltre, sono state fornite le immagini di tre campioni di Theobroma cacao provenienti dall'erbario Webb per la realizzazione di pannelli.

 

Il cacao tra gusto dell'esotico e bevanda dell'animo

a cura di Fausto Barbagli, Davide Fiorino, Daniele Vergari

12 novembre – 18 dicembre 2018

Accademia dei Georgorfili  - Logge Uffizi Corti

 

Pietre lavorate e cere botaniche in mostra

Il Sistema Museale partecipa all’esposizione ‘Fragili tesori dei principi’
 
Alla mostra Fragili tesori dei principi. Le vie della porcellana tra Vienna e Firenze sono esposte oltre alle porcellane, anche dipinti, sculture, cere, avori, e oggetti in pietre dure per mettere in evidenza la passione per l’esotismo e l’interesse scientifico e naturalistico caratteristici del gusto settecentesco, espresso dal Granducato Lorenese in generale e dalle manifatture Ginori in particolare.

La Mineralogia presta la tabacchiera in malachite appartenente alla collezione di pietre lavorate. Ѐ costituita da formelle con montatura e cerniere in oro con l’incisione Chevalier orf.vre du Roy Madrid. Probabilmente la tabacchiera è un dono per le nozze fra Maria Luisa e Pietro Leopoldo nel 1765.

La Botanica partecipa con 3 modelli di piante in cera della prima metà del XIX secolo. Il motivo della scelta di questi tre oggetti risiede ovviamente nel fatto che i modelli sono alloggiati nei finissimi vasi in porcellana. Vasi che rispecchiano meravigliosamente il gusto raffinato della corte Lorenese e della dirigenza del Museo di Fisica e Storia Naturale che li ordinarono tra XVIII e XIX secolo alla manifattura Ginori, per ospitare i modelli. Questi ultimi, una volta collocati nei vasi, venivano corredati del loro nome scientifico, elegantemente scritto sul cartiglio bianco in campo verde, vera e propria simbiosi tra bellezza e veridicità scientifica che caratterizza tutta la collezione in cera.

 

Fragili tesori dei principi. Le vie della porcellana tra Vienna e Firenze

A cura di Rita Balleri, Andreina d'Agliano, Claudia Lehner-Jobs

Palazzo Pitti - Sala del Fiorino | Firenze

13 novembre 2018 - 10 marzo 2019

 

 

I fossili del Museo agli Uffizi

Il Sistema Museale alla mostra sul Codice Leicester
 
Nell’ambito delle celebrazioni per il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci il Sistema Museale di Ateneo – Museo di Geologia e Paleontologia è stato chiamato a partecipare alla grande mostra L’acqua microscopio della natura. Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci a cura di Paolo Galluzzi, realizzata da Gallerie degli Uffizi e Museo Galileo con il contributo di Fondazione CR Firenze, anteprima top per le celebrazioni leonardiane.

Questo evento eccezionale riporta a Firenze il Codice Leicester, opera fitta di geniali annotazioni e straordinari disegni realizzati tra il 1504 e il 1508, con molti riferimenti alla geologia e ai fossili.

L’esposizione comprende anche due reperti delle nostre collezioni paleontologiche. Il Catalogo della mostra include un contributo su Leonardo e i fossili a cura di Elisabetta Cioppi e Stefano Dominici.

 

L’acqua microscopio della natura. Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci 

a cura di Paolo Galluzzi

Gallerie degli Uffizi | Aula Magliabechiana

30 ottobre 2018 - 20 gennaio 2019

 

Celeste e Galileo

 celeste_galileo

Villa Galileo, dimora del grande scienziato, ospita lo spettacolo teatrale della Compagnia delle Seggiole dedicato alla vita di Galileo e, in particolare, al suo rapporto con la figlia Maria Celeste.

Lo spettacolo trae spunto dalle lettere scritte da quest’ultima al padre nel decennio più tormentato della loro esistenza; esse esprimono da una parte la dolcezza e l’intimità del rapporto filiale, dall’altra la crudezza della condizione di Galileo, oppresso dall’Inquisizione.

La lettura sarà seguita da una visita guidata alla scoperta della Villa dove lo scienziato trascorse gli ultimi anni di vita.

 

Sabato 27 ottobre e sabato 17 novembre 2018

2 spettacoli: ore 20.15 e ore 21.30

Villa Galileo, via del Pian dei Giullari, 42 Firenze

 

Al termine di ogni rappresentazione sarà organizzata una visita alla Villa specificamente pensata per gli spettatori. La prenotazione è obbligatoria.

Lo spettacolo rientra nell'ambito di "Incontra la Crusca", iniziativa realizzata dall'Accademia in collaborazione con UniCoop Firenze e con la Città Metropolitana di Firenze e dedicata alla valorizzazione della storia e delle attività dell'istituzione. 

 

Info e prenotazioni: 333 2284784 

Ingresso intero € 13; ingresso ridotto € 10

Per saperne di più Scheda della Compagnia delle Seggiole


 

 

 

 

 

OrtOblate, presentazione del libro

Nell'ambito della collaborazione tra l’Orto Botanico ‘Giardino dei Semplici’ del Sistema Museale di Ateneo e la Biblioteca delle Oblate per realizzare percorsi culturali sulla conoscenza delle piante e della sostenibilità ambientale e per valorizzare il ruolo delle biblioteche e la promozione della lettura:

 

Presentazione del libro

La natura dipinta. Piante, animali e paesaggi nelle rappresentazioni

di Palazzo Vecchio

A cura di Maria Adele Signorini e Valentina Zucchi. Edizioni Aboca (2018)

 

Venerdì 16 novembre,  ore 17.30

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

 

Biblioteca delle Oblate

Sala conferenze Sibilla Aleramo, via dell’Oriuolo, 24 Firenze

 

Intervengono:

Anna Zita Di Carlo, Responsabile Aboca Museum

Maria Adele Signorini e Valentina Zucchi, curatrici del volume

Stefano Casciu, Direttore Polo Museale della Toscana

Fausto Barbagli, Sistema Museale di Ateneo, Università di Firenze

Giacomo Certini, Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente, Università di Firenze

Ettore Pacini, Dipartimento di Scienze della vita, Università di Siena

 

Info: Help desk Biblioteca delle Oblate - 055 2616512

 

DEPLIANT ORTOBLATE 2018

 

OrtOblate

Nell'ambito della collaborazione tra l’Orto Botanico ‘Giardino dei Semplici’ del Sistema Museale di Ateneo e la Biblioteca delle Oblate per realizzare percorsi culturali sulla conoscenza delle piante e della sostenibilità ambientale e per valorizzare il ruolo delle biblioteche e la promozione della lettura:

  

Giovedì 20 dicembre,  ore 17.30 

Laboratorio botanico natalizio

Preparazione di chiudipacco con semi, frutti e foglie dell’Orto Botanico.

A cura di Carla Giusti, socia ADIPA

Biblioteca delle Oblate, Sala Balducci, via dell’Oriuolo, 24 - Firenze

 

Info: la prenotazione obbligatoria all'help desk della Biblioteca delle Oblate a partire dal 3 dicembre (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 e il sabato dalle 10 alle 19) al numero 055 2616512.

 

 
Da 1 a 10 di 11
di 2
Avanti

In programma

Unifi Home Page

Inizio pagina