Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo
Home > Eventi
Stampa la notizia

Eventi

 

Bestiario della memoria

500_martinelli

Il "Bestiario della memoria" è il titolo della mostra personale dell'artista triestina Francesca Martinelli. L'esposizione, ospitata a 'La Specola', nasce dalla collaborazione del Sistema Museale di Ateneo e della Galleria Cartavetra e raccoglie opere realizzate su vecchie copertine di libri, pagine dei diari, carte mangiate dal tempo e dalla memoria, raffiguranti animali protagonisti dei ricordi infantili dell'artista e del suo profondo rapporto con la natura.

 

Inaugurazione

Giovedì 23 maggio, ore 13.00, ingresso libero

via Romana, 17 Firenze

 

Intervengono

Marco Benvenuti, Presidente del Sistema Museale di Ateneo

Brunella Baldi, direttrice e fondatrice della Galleria Cartavetra

e l’artista Francesca Martinelli

 

 

Bestiario della memoria

A cura di Galleria Cartavetra

24 maggio-29 giugno 2019

Museo di Storia Naturale – Sede ‘La Specola’ Via Romana, 17 Firenze

Corridoio Mostre Temporanee – 2° piano

Orario: da martedì a domenica, dalle 9 alle 17. Chiuso il lunedì.

 

 

Francesca Martinelli, artista visuale, performer e scrittrice, nata a Udine, vive e lavora a Trieste. Nel 2018 espone da Cartavetra Dalle Retrovie, una mostra personale a cura di Sergio Tossi. Nello stesso anno lavora presso il Museo Alinari AIM, di Trieste come responsabile didattica. Tra i suoi lavori precedenti, si segnala Ex Voto,composto di due volumi, realizzati separatamente (vol. I: Ex voto di fanciulle, ladri e volpi in furibonda anarchia; vol. II: Ex voto di briganti, assassini, fate,santi e contadini).

Cartavetra nasce nel 2015 dalla necessità per un gruppo di artisti residenti sul territorio toscano di promuovere forme d’arte vicine alla loro ricerca artistica e per cercare di scardinare quell’idea polverosa di galleria che allontana il pubblico, invece di accoglierlo. La Galleria punta, infatti ad un pubblico ampio, ma vuole al tempo stesso mantenere alta la qualità delle proprie scelte espositive.

 

 

 

 

 

 

 

Il giardino delle rotelle mancanti

rotelle_mancanti

 

Il giardino delle rotelle mancanti. Alla ricerca della follia è un’installazione artistica itinerante curata da Ornella Ricca e Pietro Spagnoli.

Ѐ formata da cento rotelle arrugginite e consumate dal tempo, appese a steli di ferro che ricordano altrettante date in cui il genere umano ha perso una rotella, in senso negativo e positivo.

Il progetto, infatti, nasce dall’idea che con la nascita dell’uomo si sviluppa sulla Terra una specie capace di influenzare radicalmente il destino di tutte le altre e del Pianeta stesso.

L’uomo inizia presto a non rispettare i meccanismi preesistenti, imponendo con prepotenza i propri. Alcuni di questi portano evidenti sviluppi positivi, in quanto generati da una follia più saggia, molti altri meccanismi si dimostrano, invece, difettosi e insani tali da mettere in pericolo il futuro dell’uomo e di tutto il pianeta.

La prima data posta alla base di una delle steli è il 14 luglio 1938, giorno della pubblicazione del 'Manifesto della razza'. “La speranza, tuttavia, come sostengono i due artisti, è quella di inserire anche date positive, perché la storia umana non è costellata solo di barbarie”.

Il Sistema Museale di Ateneo aderisce al progetto della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) di far circolare in tutti gli atenei italiani l’installazione artistica ospitandola all’interno di un luogo prestigioso quale l’Orto Botanico “Giardino dei Semplici”.

Il giardino delle rotelle mancanti è un’installazione itinerante che ricerca luoghi dove l’intelligenza non sia separata dalla coscienza, dove si coltivano in sinergia le arti e le scienze: le università sono, dunque, un luogo di elezione per questa opera.

  

 

Inaugurazione

Venerdì 10 maggio 2019, ore 15.30

Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, Via P.A.Micheli, 3 Firenze

 

Intervengono

Marco Benvenuti, Presidente del Sistema Museale di Ateneo

Elisabetta Cioppi, Referente Museo di Storia Naturale, Sede “La Pira

Ornella Ricca e Pietro Spagnoli, curatori della mostra

 

 

Il giardino delle rotelle mancanti. Alla ricerca della follia

11 maggio – 10 giugno 2019

Orto Botanico “Giardino dei Semplici”

Via P.A.Micheli, Firenze

Orario: da martedì a domenica, dalle 10 alle 18.30. Chiuso il lunedì.

Info: 055 2756444

 

 

 

 

Leonardo e la Storia naturale

Leonardo e la Storia naturale

Nel 500° anniversario della morte del grande genio di Vinci, il Sistema Museale di Ateneo organizza la mostra Leonardo e la Storia naturale

In esposizione fossili, animali, fogli d’erbario - reperti naturalistici delle collezioni del Museo di Storia Naturale - in uno stretto confronto con le opere artistiche e gli scritti di Leonardo da Vinci. Il visitatore potrà identificare gli elementi naturali riconoscibili in alcune opere, come l’Annunciazione degli Uffizi e la Vergine delle Rocce, e in alcuni mirabili disegni del Maestro.

Gli studi sugli elementi naturali, dal semplice rovo alla più misteriosa traccia fossile, costituirono il leit motiv dei pensieri e delle opere di Leonardo. Egli comprese la forza dei messaggi del mondo naturale immortalato nelle sue opere, dove arte e scienza, forma e sostanza, non sono separate ma dialogano in perfetta armonia.

Oltre ai reperti provenienti dalle collezioni botaniche, zoologiche e paleontologiche la mostra propone un ‘percorso leonardiano’ al “Giardino dei Semplici” attraverso il quale osservare dal vivo alcune specie botaniche raffigurate in celebri disegni e dipinti.

 

Leonardo e la Storia naturale

Firenze, 13 aprile – 26 maggio 2019

Museo di Storia Naturale | Sede “La Pira”

 

I luoghi della mostra

Paleontologia, Sala Strozzi, via G. La Pira 4, Firenze

da martedì a domenica: 9.00-17. Chiuso il lunedì

Orto Botanico “Giardino dei Semplici”, via Micheli 3, Firenze

da martedì a domenica: 10.00-18.30. Chiuso il lunedì.

 

Biglietti

Intero € 8,00; ridotto € 4,00; famiglia (2 adulti e 2 bambini) € 19,00.

Il biglietto consente l’ingresso alla mostra, a Paleontologia e Geologia e all’Orto Botanico “Giardino dei Semplici”.

Sconto 50% sul biglietto intero della mostra riservato ai possessori del biglietto del Museo Leonardiano di Vinci.

Informazioni e prenotazioni


Approfondimenti sui temi della mostra (pdf)

 

Ciclo di conferenze

Il Sistema Museale organizza un ciclo di conferenze legate alla mostra Leonardo e la Storia naturale. Le conferenze si tengono nell'aula di Botanica (via La Pira, 4 - Firenze), piano terra. L'ingresso è libero.


Mercoledì 8 maggio 2019
, ore 17-19

"L'occhio del botanico osserva i disegni di Leonardo" - Lorenzo Lastrucci | curatore Erbario, Università degli Studi di Firenze
"Una teoria della Terra nascosta nel Codice Leicester" - Stefano Dominici | curatore Museo di Geologia e Paleontologia


Mercoledì 15 maggio 2019
, ore 17-19

"Leonardo, il tempo geologico e le tracce fossili" - Elisabetta Cioppi | curatrice Museo di Geologia e Paleontologia
"Gli animali raffigurati da Leonardo" - Fausto Barbagli | curatore Museo 'La Specola'

 

 

 

 

Il Giardino dei Semplici celebra il suo fondatore

Giardino_cosimo 

In occasione del Cinquecentenario di Cosimo e Caterina, i due Medici che, nati entrambi nel 1519, diventarono principi e figure di rilievo come politici e mecenati della città, venti istituzioni fiorentine riunite hanno deciso di raccontare i due personaggi attraverso conferenze, mostre e eventi aperti al grande pubblico in un programma denso e di grande interesse.

Il Sistema Museale di Ateneo aderisce alle celebrazioni il giorno sabato 25 maggio con una visita guidata e gratuita al Giardino dei Semplici, il terzo Orto botanico al mondo per antichità. La sua origine risale al 1 dicembre 1545, quando Cosimo I dei Medici prese in affitto dal prospiciente Monastero di San Domenico in Cafaggio, abitato da suore domenicane, il terreno su cui doveva sorgere l’Orto.

Circa due anni prima lo stesso Cosimo aveva fondato, su consiglio di Luca Ghini, il Giardino Botanico di Pisa, il primo Orto botanico universitario.

 

Visita guidata al Giardino dei Semplici

Sabato 25 maggio, ore 11 e ore 15.30

Orto Botanico, via Micheli, 3 Firenze

I POSTI SONO ESAURITI

 

 

Organizzazione: Sistema museale di Ateneo e Comitato Organizzatore coordinato dal Comune di Firenze con il supporto di MUS.E

 

Mineraliter

Mineraliter

 

Con l’allestimento di Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Naturacurato da Fausto Barbagli e Vanni Moggi Cecchi, il Museo di Storia Naturale di Firenze propone un affascinante percorso che accompagna il visitatore tra le meraviglie del regno minerale.

Un viaggio che ha inizio dalle origini del collezionismo rinascimentale, con straordinari esempi di arte glittica, per giungere a rappresentare la ricchezza delle attuali collezioni mineralogiche del Museo, che coniugano stupefacente pregio estetico ad eccezionale valenza scientifica.

In quest’ottica, trova spazio una straordinaria selezione di pietre lavorate di origine medicea in cui campeggiano: una grande tazza a nicchia in lapislazzuli realizzata da Gasparo Miseroni nel 1563; un grande vaso a navicella in quarzo ialino, ricavato da un unico blocco di cristallo; tre coppe appartenute a Lorenzo il Magnifico e un piano di tavolo in legno intarsiato di pietre dure, realizzato da Domenico del Tasso nel 1593, per lo stipo di Ferdinando I.

Tali capolavori, frutto dell’opera di rinomati artisti e anonimi lapicidi, introducono e affiancano sorprendenti minerali naturali, frutto anch’essi di appassionato collezionismo.

Tra questi spiccano, per straordinaria bellezza, una splendida fluorite, un’enorme rosa del deserto e gli affascinanti esemplari di berillo varietà morganite, di colore rosa carico, riconducibili alla collezione di Alberto Ponis, acquistata dal museo alla fine degli anni Ottanta del secolo scorso.

Trovano spazio anche approfondimenti dedicati alla mineralogia regionale, con bellissimi esemplari siciliani di zolfo, e alle curiosità mineralogiche con la “gogotte” in arenaria bianca.

Informazioni e prenotazioni

 

Orario:

Dal 1 giugno al 30 settembre da martedì a domenica 10.30-17.30 Dal 1 ottobre al 31 maggio da martedì a domenica, 9.30-16.30 Chiuso il lunedì

Sede:

'La Specola' via Romana, 17 Firenze – I piano

Organizzazione:

Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze

 

Biglietto di ingresso: intero € 6 | ridotto € 3. Il biglietto comprende l'accesso alla Collezione Zoologica

Da 1 a 5 di 5
di 1

In programma

Unifi Home Page

Inizio pagina