Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo

Cicadee

Le cicadee sono piante i cui antenati comparvero sul pianeta in epoche assai remote ed erano componenti importanti delle flore per l’intero Mesozoico. Le specie attuali sono molto simili a quelle antiche piante e vengono pertanto considerate “fossili viventi”.  Nelle cicadee si osservano una serie di caratteri sia strutturali che riproduttivi poco evoluti ma certamente così efficaci da garantirgli questa lunghissima storia evolutiva. Tra i vari caratteri “antichi” citiamo  l’assenza di fiori e la presenza di spermatozoidi ciliati a cui è affidata la fecondazione della cellula uovo. Le cicadee sono oggi distribuite in alcune aree poste tra le fasce subtropicali del globo, più precisamente in alcune regioni dell’Asia, Africa, America e Australia.  Attualmente sono descritte oltre 280 specie in 11 generi.

La collezione di Cicadee dell’Orto Botanico di Firenze rappresenta un patrimonio di grande rilievo scientifico e museale: essa comprende attualmente 123 esemplari appartenenti ai generi Ceratozamia (7 tra specie e varietà), Cycas (8 specie),  Encephalartos (19 specie), Lepidozamia (1 specie), Macrozamia (2 specie), Stangeria (1 specie) e Zamia (8 specie). Il nucleo storico della collezione risale ai primi del ‘900. Ancor oggi infatti sono presenti vari esemplari di una grande collezione privata (coll. Garbari di Trento) di ca 300 piante  che fu donata all’Orto Botanico. Purtroppo nel corso del tempo, soprattutto negli anni dell’ultimo conflitto mondiale, molti esemplari andarono perduti. Nuove e significative acquisizioni sono avvenute solo in tempi relativamente recenti. E’ infatti che negli anni ’70 del secolo scorso che, ad opera del compianto Luciano Giugnolini, furono compiute varie proficue missioni di raccolta in Centro e Sudamerica. Oggi di quelle spedizioni restano una ventina di esemplari nella collezione. Nuovi arricchimenti sono giunti da donazioni di esemplari di altre e più recenti collezioni private: collezione Verga di Como negli anni Sessanta e Settanta e di recente le collezione Bruno di Lecce e Monzone di Firenze. Gli esemplari della collezione sono ospitati in un settore della grande serra fredda e in una serra dedicata.

Contatti Luciano Di Fazio

 
ultimo aggiornamento: 24-Nov-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina