Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo

News

home page > News e avvisi > News > Vasi e orci del Trecento sotto un pavimento della Specola
19 Maggio 2020 - 17:07    Stampa la notizia: Vasi e orci del Trecento sotto un pavimento della Specola

News

Vasi e orci del Trecento sotto un pavimento della Specola

Proseguono i lavori di riqualificazione, con eccezionali ritrovamenti

orci-specola

Oltre 20 tra vasi e orci antichi in terracotta, alcuni dei quali probabilmente del Trecento: è l'importante ritrovamento fatto durante i lavori di riqualificazione in corso nella storica sede del Museo 'La Specola'.

I vasi, tra cui una conca per agrumi, e gli orci per lo più "a beccaccia" – così chiamati per la forma del versatoio simile a quella del becco di un uccello, erano al di sotto del pavimento di una stanza di Palazzo Bini Torrigiani: sono stati recuperati tra il piano di calpestio e la superficie esterna (estradosso) della volta, in una posizione che permetteva l'alleggerimento architettonico della struttura secondo una diffusa tecnica costruttiva. Tale utilizzo di vasi e orci si deve verosimilmente ai lavori di ristrutturazione di fine Settecento per volontà del granduca Pietro Leopoldo di Lorena: il nobile Palazzo Bini Torrigiani diventava infatti un "Palazzo della Scienza", Gabinetto di Fisica e Storia Naturale.

Alcuni vasi e orci provengono dalle fornaci della zona di Impruneta, il cui cotto ha antiche origini; sono perlopiù integri e ulteriori analisi stabiliranno con precisione la datazione.

Una curiosità: alcuni degli orci portano impresso il marchio di gigli fiorentini.

Unifi Home Page

Inizio pagina