Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SMA Sistema Museale di Ateneo

Collezione paleobotanica

Le piante hanno avuto un ruolo importantissimo nell’evoluzione della vita e nella trasformazione del paesaggio terrestre, a partire da 450 milioni di anni fa, ed i loro resti fossili sono quindi un fondamentale documento per comprendere i cambiamenti che sono avvenuti nel mondo vegetale dall’era Paleozoica ad oggi.

La collezione di fossili vegetali fu iniziata da Filippo Parlatore e si accrebbe notevolmente tra il 1843 e il 1874, ma dopo la sua morte l’incremento fu molto limitato. Recentemente, tra il 1980 e il 1990, indagini nei depositi lignitiferi del Valdarno superiore hanno permesso un ulteriore aumento della raccolta, che oggi comprende più di 8000 campioni di grande valore storico-scientifico.

 

Leggi di più sulla Collezione paleobotanica (pdf) 
Moggi G., Cuccuini P., Luccioli E., 2009. "Le collezioni minori". In: Il Museo di Storia Naturale dell'Università degli Studi di Firenze - Le collezioni botaniche. Raffaelli, M. (cur.). Firenze University Press (pp. 258-281) 

 
Unifi Home Page

Inizio pagina