Indirizzo

Via Giorgio La Pira 4
50121 Firenze

Mappa

Informazioni

Lun-ven
Tel. 055 2756444
Sab, dom e festivi
Tel. 055 2757536

Orario

1 ottobre -31 maggio
Lun, mar, gio, ven 9.30-16.30
Sab, dom, festivi 10-16.30


1 giugno-30 settembre
Tutti i giorni e festivi
10.30-17.30

Chiusura

Mercoledì e
1 gennaio, Pasqua, 1 maggio, 15 agosto, 25 dicembre

Biglietti

Intero € 6,00
 

Ridotto € 3,00
Vedi tutte le tariffe

Accessibilità

Prenotazioni e Guide Turistiche

Tel. 055 2756444
edu@msn.unifi.it

Eventi

L’ esposizione è dedicata ai fossili di grandi mammiferi, di  molluschi e di vegetali che illustrano la storia della paleontologia e sono preziosi testimoni del passato della Terra.

Di forte impatto sono gli scheletri di grandi proboscidati: tra cui un mastodonte dalle lunghe zanne e di corporatura tozza, e un grande elefante adulto alto quattro metri. Sono presenti altri scheletri di leone delle caverne, di leopardo, di tigre dai denti a sciabola vissuti milioni di anni fa  in Toscana quando il suo territorio era una savana.

Sono in mostra gli scheletri di sirenidi, grandi mammiferi acquatici erbivori antichi, lontani parenti degli elefanti e progenitori dei Dugongidi e dei Lamantini ancora presenti nell’Oceano Atlantico  e in quello Indiano.

Un’intera sala è dedicata al cavallo che in origine (55 milioni di anni fa) aveva le dimensioni di un cane di media statura. L’allestimento permette di vedere e comprendere l’evoluzione avvenuta per questo splendido animale.

Un reperto di straordinario valore per lo studio dell’evoluzione e unico al mondo è  l’ Oreopithecus bambolii. Si tratta dello scheletro, trovato nella Maremma Toscana, di una scimmia antropomorfa vissuta 9 milioni di anni fa che ha molte similitudini con gli ominidi. Per la parte dedicata ai fossili dei continenti extraeuropei sono presenti gli scheletri di grandi uccelli non volatori (Moa). Sono poi esposti esemplari di ammoniti e altri invertebrati fossili delle varie ere geologiche: dalle stromatoliti della Mauritania, formazioni fossili dalle forme curiose che rappresentano le prime testimonianze di vita della Terra (700 milioni di anni) fino ai molluschi pliocenici (5-1,8 milioni di anni). Anche l’evoluzione del mondo vegetale è documentata dalla grande collezione paleobotanica.

Pianta del percorso espositivo