• A  A  A  


I campioni delle collezioni del Museo possono essere concessi in prestito per mostre temporanee.

La richiesta del prestito, completa del progetto scientifico e del Facility Report inerente agli spazi espositivi,  deve essere indirizzata al Direttore del Museo, almeno 6 mesi prima l’inizio dell’evento.

Il Direttore, ottenuto il nulla osta del Presidente e sentito il parere del Responsabile di Sezione e del Curatore della collezione, invia al richiedente la lista delle opere concesse in prestito, redatta su apposito modulo (allegato A – RTF ,PDF) che il richiedente è tenuto a completare in ogni parte e a restituire firmato al Direttore.

Qualora il Responsabile di Sezione ravvisi giustificati motivi per negare il prestito, dovrà formulare un parere scritto al Presidente e al Direttore.

Tra le condizioni di prestito vi sono la verifica dei requisiti della sede espositiva, la scelta della ditta specializzata nell’imballaggio e trasporto e la stipula di una polizza assicurativa del tipo più estensivo “da chiodo a chiodo”.

Tutte le spese nascenti dalle operazioni di imballaggio e spedizione, così come quelle relative alla copertura assicurativa, sono a carico del richiedente.

Per il prestito potrà essere richiesto un rimborso rapportato all’ammontare del valore assicurativo.

Il richiedente si impegna, in ogni caso, ad esplicitare (sul cartellino e sul catalogo della mostra) che il campione è stato concesso in prestito dal Museo di Storia Naturale dell’Università degli Studi di Firenze e a inviare alla sezione del Museo copia del catalogo dell’iniziativa.